fbpx
allattamento-e-parmigiano-reggiano

“Maternità: tutto l’amore inizia e finisce qui”, così il poeta Robert Browning descrive l’incredibile tenerezza che una donna è in grado di provare per il proprio bambino. Pur essendo un percorso impegnativo da percorrere, la maternità è in grado di regalare sensazioni così piacevoli da non poter essere descritte con il solo ausilio delle parole. Gravidanza e allattamento sono due momenti fondamentali per lo sviluppo del bambino. In entrambe le fasi, il benessere del neonato è indissolubilmente legato a quello della madre che, attraverso la sua alimentazione, assimila e trasferisce i giusti macronutrienti al piccolo. 

Una dieta sana e bilanciata rappresenta la chiave per tutelare il benessere del neonato. Per questo, è particolarmente importante che i giusti nutrienti arricchiscano l’alimentazione della madre per proteggere la salute di entrambi. Basti solo pensare che, durante l’allattamento, il corpo femminile perde grandi quantitativi di calcio per cederlo al neonato attraverso il latte materno. Una carenza di questa preziosa sostanza potrebbe generare nel tempo delle serie complicazioni. 

Quindi, la chiave del benessere sta in un’alimentazione varia, ricca di nutrienti e povera di eccessi. Le accortezze da seguire sono piccole e – in certi casi – possono anche essere particolarmente gustose. Ti piacerebbe saperne di più?

alimentazione mamme in allattamento

Equilibrio: il segreto di un’alimentazione sana

È noto che uno stile di vita salutare dipenda considerevolmente dall’alimentazione seguita da una persona. Malgrado possa sembrare scontato, troppo spesso si dimentica l’importanza e l’influenza che certi alimenti possono avere sul complessivo stato di salute del corpo. Ciò è particolarmente vero per le neo-mamme che, sia durante il delicato periodo della gravidanza sia in fase di allattamento, dovrebbero curare con attenzione la qualità e quantità dei nutrienti assimilati. 

Cosa si intende per alimentazione sana? Per definizione, nutrirsi in modo corretto significa assimilare la giusta percentuale di macronutrienti, così ripartiti:

  • 45-60% di carboidrati;
  • 20-35% di grassi;
  • 20-25% di proteine

Le indicazioni sopra riportate, se abbinate a una corretta idratazione e al giusto apporto di micronutrienti, dovrebbero idealmente aiutare ogni persona a mantenere uno stile di vita salutare. In particolar modo, questa regola aurea dovrebbe essere rispettata dalle neomamme che si apprestano ad affrontare la gravidanza e l’allattamento.

mamme allattamento e parmigiano reggiano

Gravidanza e allattamento: l’importanza fondamentale dei nutrienti

Queste due fasi sono indubbiamente molto delicate per la crescita del bambino. Nei nove mesi di gestazione, l’alimentazione materna è davvero fondamentale poiché costituisce l’unica fonte di sostentamento del feto. È pertanto fondamentale che l’apporto di macro e micronutrienti sia ben rapportato all’aumento del fabbisogno giornaliero della madre, lasciando pressoché invariate le calorie assimilate. 

Idealmente, la dieta di una madre dovrebbe prediligere alimenti densi di nutrienti poiché ognuno di essi svolge un ruolo fondamentale nello sviluppo e crescita del bambino. Basti pensare a quanto siano importanti i grassi – specialmente i polinsaturi – per l’accrescimento dei tessuti e delle membrane cellulari del feto. L’omega 3 inoltre contribuisce allo sviluppo del sistema nervoso centrale e cardiovascolare del bambino. Allo stesso modo, le proteine – specie quelle di derivazione animale – aiutano il feto a crescere correttamente.  

Il ruolo dei micronutrienti è altrettanto importante nel primo periodo di gravidanza e nel successivo di allattamento. L’assunzione di vitamine e sali minerali deve aumentare in modo proporzionato, aumentando assieme al fabbisogno della madre. Senza dubbio, il calcio è un micronutriente indispensabile per la corretta mineralizzazione della struttura ossea del feto. 

Calcio: il micronutriente che non può mancare

In gravidanza l’assunzione di calcio riveste un’importanza fondamentale che, di certo, non diminuisce durante l’allattamento. Come prima indicato, il calcio contribuisce a costruire le ossa dello scheletro del bambino, nonché la creazione dei segnali interni al sistema nervoso. 

Il calcio è fondamentale per lo sviluppo neonatale. Il fabbisogno di questo minerale aumenta in modo importante durante la gravidanza e l’allattamento; infatti il fabbisogno fetale varia dai 50 mg/die a metà della gravidanza fino a 330 mg/die al termine

Il latte è la principale fonte di sostentamento del neonato che, in questa delicata fase iniziale, dipende esclusivamente dalla madre. Il calcio di cui il bambino ha bisogno proviene in parte dalle riserve della madre e, in parte, dall’alimentazione di quest’ultima. 

Ne risulta che, per evitare di incorrere in problemi legati alla carenza di calcio, ogni mamma deve assumerne giornalmente un alto quantitativo. Consumare alimenti ricchi di questo micronutriente potrebbe sembrare la soluzione più immediata e intuitiva, soprattutto se si considera che molti prodotti di origine animale sono una miniera di calcio. 

Tuttavia, è importante ricordare che, durante la fase di allattamento, la mamma e il bambino sono intimamente legati. Pertanto, la maggior parte delle sostanze assunte attraverso l’alimentazione passano nel seno materno e nutrono il bambino. È possibile che certi componenti, tra cui le proteine del latte, non vengano tollerati dal giovanissimo stomaco del neonato. Da ciò deriva l’inconsolabile pianto che accompagna le coliche. 

È quindi doveroso per la neomamma abbandonare del tutto i derivati animali? Per fortuna no. C’è un particolare tipo di formaggio che, mantenendo inalterate le sue virtù nutrizionali, è perfetto per una donna che sta allattando. Hai già capito di quale alimento sto parlando?

parmigiano reggiano in allattamento

Allattamento e Parmigiano Reggiano

Il Parmigiano Reggiano è senza dubbio un alimento che merita di essere introdotto nella dieta di una mamma in allattamento. Questo formaggio è un vero e proprio scrigno di sostanze nutritive, ottime sia per la mamma sia per il piccolo:

  • Proteine;
  • Vitamine (A, B1, B2, B6, B12, PP);
  • Sali minerali (Calcio, Magnesio e Fosforo). 

Basti pensare che in 100 gr di Parmigiano Reggiano è possibile trovare ben 1159 mg di calcio e 33,5 gr di proteine. Tuttavia, non è la sola ricchezza nutrizionale che rende questo formaggio particolarmente adatto alle necessità di una mamma e del suo bambino. 

Difatti, il Parmigiano Reggiano è uno dei pochissimi formaggi che è naturalmente privo di lattosio. Ciò gli conferisce una più alta digeribilità e lo rende perfetto per qualsiasi organismo, anche quello dei più piccoli. Rispettando le rigide direttive del Ministero della Salute, il Parmigiano Reggiano si definisce naturalmente privo di lattosio poiché ne ha un contenuto inferiore a 0.1 g per 100 gr di prodotto.  

Consumare con regolarità questo formaggio aiuta a integrare i giusti quantitativi di calcio evitando così l’insorgere di possibili complicanze. L’osteopenia – ossia la riduzione della massa ossea – è uno dei problemi più frequenti a cui una madre può andare incontro nel tempo. Questa patologia non si manifesta con dei sintomi particolari, ma comporta una maggiore fragilità delle ossa e una più spiccata propensione alle fratture. 

Il benessere della mamma e del bambino è racchiusa in questo cubetto di formaggio che, con un gusto eccezionale, dona a entrambi i nutrienti di cui hanno bisogno. 

Parmigiano Reggiano: il gusto del benessere

L’allattamento e la gravidanza sono momenti bellissimi, ma molto delicati. Il neonato e la sua salute dipendono dalla qualità e dalla quantità dei nutrienti assimilati. Per poter trascorrere nella massima serenità questo periodo, ogni mamma dovrebbe curare con particolare attenzione la sua alimentazione e prediligere alimenti densi di nutrienti. 

Il Parmigiano Reggiano, grazie alla sua spiccata tollerabilità, entra a far parte della rosa degli alimenti consumabili sia in gravidanza sia nella fase di allattamento. Difatti, la sua lunga stagionatura lo rende privo di lattosio e libero da qualsiasi possibilità di contaminazione. 

Salute e gusto si sposano in questi piccoli e versatili cubetti di formaggio. Lo sapevi che con il farro è buonissimo? Questo cereale è un’ottima fonte di nutrienti e di fibre che, con il suo sapore intenso, rende il pasto sfizioso e salutare. 

In poche parole, una combinazione perfetta di carboidrati e proteine. Che aspetti a provarlo?

Acquista il Miglior Parmigiano Reggiano di Montagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.