Crosta di Parmigiano Reggiano alla brace

Brace per cucinare croste di Parmigiano Reggiano di Montagna alla brace - Ricette Gustoemilia
Le ricette di Gustoemilia con parmigiano reggiano, miele o aceto baslamico
La crosta del Parmigiano Reggiano viene spesso gettata perché considerata da molti uno scarto. In realtà è edibile e può essere tranquillamente mangiata.

La crosta non è altro che quella parte del Parmigiano Reggiano che si indurisce durante il processo di stagionatura.
Questo strato riesce a preservare le caratteristiche organolettiche del formaggio senza bisogno di alcun tipo di trattamento. Per questo motivo è totalmente naturale e commestibile.

Molteplici sono gli utilizzi in cucina. Le croste di Parmigiano Reggiano alla brace o alla piastra è una delle ricette più semplici e veloci.

INGREDIENTI:

  • croste di Parmigiano Reggiani di Montagna Gustoemilia
  • verdure di stagione, salumi o Aceto Balsamico di Modena Gustoemilia come accompagnamento (a piacimento)

Preparazione:

Prima della cottura occorre pulire accuratamente le croste di Parmigiano. Dopo averle sciacquate bene ed asciugate, togliere lo strato esterno con l’aiuto di un coltellino o di una grattugia. Questo procedimento deve essere eseguito finché il marchio non sarà eliminato.

Preparate quindi il barbecue o, in alternativa, riscaldate la piastra a fuoco moderato. Questa deve essere ben calda, ma non rovente.

Mettere a cuocere le croste di Parmigiano Reggiano appoggiandole verso la parte più dura (quella che è stata precedentemente grattata).

Appena le croste di parmigiano inizieranno a gonfiarsi, girarle dall’altro lato per pochi secondi completando così la cottura.

Servire immediatamente le croste quando sono ancora ben calde

Le croste alla brace sono ottime per preparare antipasti o aperitivi. Possono essere servite con verdure di stagione, salumi o anche sul pane caldo con una goccia di Aceto Balsamico di Modena Gustoemilia.

Consigli utili per pulire e conservare le croste di Parmigiano Reggiano

Quando le croste sono troppo dure e risultano difficili da pulire, immergerle in un contenitore con del latte e lasciarle riposare in frigo per una notte. Il giorno seguente la parte esterna risulterà decisamente più morbida e potrà essere eliminata con molta più facilità.
Se le croste non vengono utilizzate immediatamente possono essere conservate in congelatore all’interno di sacchetti ermetici, per poi essere scongelate all’occorrenza.

Carrello dello shop (0)

Carrello